Gli alfabeti componibili

Workshop_sezione

Tema:  Progettazione di lettering composti da fregi e caratteri modulari
Target:   Progettisti grafici
Durata:   Due giorni
Date:   Ultimo laboratorio in data 23/25 Maggio 2014 – Prossime date da definire

La pagina tipografica o composizione è un puzzle di elementi proporzionati tra loro, caratteri mobili, spazi bianchi, margini e interlinee, oggetti misurabili in punti che riempiono completamente il telaio trasformandolo in una geometria compatta, un rettangolo componibile atto alla stampa a rilievo.Il workshop si basa sui principi della stampa a caratteri mobili e su una delle sue caratteristiche principali: la modularità. Partiremo da alcuni interessanti progetti di design tipografico nati in seno alle avanguardie storiche: gli alfabeti modulari componibili. Questi si basano sulla geometria della lettera: la scompongono in forme generiche e la trasformano in una serie di moduli che possono essere composti e scomposti per formare segni condivisi come un alfabeto o geometrie astratte.Dopo una breve introduzione alla stampa a caratteri mobili verranno messi a disposizione alcuni alfabeti modulari e fregi in legno e piombo

prodotti da diverse fonderie italiane nei primi 30 anni del 900, recuperati e catalogati da Anonima Impressori.Ai partecipanti sarà richiesto di applicare la propria esperienza a quesi materiali, combinando la progettazione grafica contemporanea con elementi disegnati all’inizio del XX secolo.Durante il ws i partecipanti avranno occasione di esplorare le possibilità della stampa a rilievo, valutandone le caratteristiche come la pressione, le superfici, le texture e gli effetti di sovrastampa di tinte piatte; combinando l’esercizio progettuale con la pratica manuale. La conoscenza e l’utilizzo del pacchetto Adobe potrà aiutare nella realizzazione del progetto richiesto durante il workshop (ma non obbligatorio). Ai partecipanti sarà fornita una brochure introduttiva al workshop con le prove di stampa dei materiali a disposizione. Oltre ai nostri alfabeti si potranno integrare le composizioni con linoleum e matrici nuove prodotte dai partecipanti.

L’archivio dei risultati
Scarica il pdf

LetteringEsempi

  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8

Separatore

Paese che vai tipografia che trovi

  • Workshop_2
  • Workshop_3
  • Workshop_Kerning_1
  • Workshop_Kerning_19
  • Workshop_Kerning_43
  • Workshop_Kerning_50
  • Workshop_Kerning_56
  • Workshop_Kerning_47

Tema:  Progettazione grafica attraverso l’utilizzo di clichè tipografici
Target:   Progettisti grafici
Durata:   Un giorno
Date:   Bologna giugno 2013 – Faenza maggio 2013

Ogni stamperia tipografica è una stratificazione di materiali, di recuperi, di escamotage. Ogni tipografo ha il suo modo di sistemare, di realizzare, di catalogare. La vita della tipografia è rappresentata dalla collezione dei caratteri che ospita, dalle composizioni dimenticate negli angoli, da vecchi cliché e nei casi più fortunati (come in quello della t.lv.s) da legni incisi… una storia della quale rimangono, come in uno scavo archeologico, immagini, pezzi, messaggi scomposti.

Il workshop che proponiamo indaga la modalità di utilizzo della tipografia tradizionale nell’ambito della comunicazione contemporanea sottolineando un aspetto fondamentale di questa pratica: il recupero. 
Recuperando antiche tecniche ed antichi materiali emerge un substrato di immagini che caratterizza culturalmente e geograficamente il “luogo tipografia”. Da questi materiali, si desidera partire per ricostruire un nuovo approccio alla tipografia artigianale. 



Separatore

LAB – Laboratorio dell’Artiere Bologna

  • Slide1
  • Slide2
  • Slide3
  • Slide4
  • Slide5
  • Slide6
  • Slide7
  • Slide8
  • Slide9

In occasione dell’evento Design Per a Bologna dell’associazione AIAP, abbiamo organizzato LAB, laboratorio tipografico allestito nella splendida e pregiata cornice cittadina del cortile di Palazzo d’Accursio nel centro storico di Bologna. La famiglia Gamberini, forza propulsiva di Grafiche dell’Artiere ha portato in piazza una parte della sua collezione di materiali tipografici d’epoca per allestire uno spazio polifunzionale, attrezzato per lezioni tematiche, workshop, reading, dimostrazioni di stampa dal vivo. Con l’aiuto di esperti tecnici del settore e del prof. Adalberto Monti, nel cortile di Palazzo d’Accursio si è riproposto il processo produttivo di stampati tipografici partendo dalla composizione manuale fino alla produzione finale di stampe; il fascino artigianale, l’abilità tecnica e lo straordinario spessore estetico e comunicativo del manufatto preindustriale sono stati così spettacolo e formazione allo stesso tempo. Si sono potute ammirare rare macchine meccaniche in funzione, e un allestimento con materiali che hanno riprodotto fedelmente una tipografia classica.

LAB ha previsto tre momenti differenziati all’interno della giornata:
INTRODUZIONE ALLA TIPOGRAFIA – Lezioni didattiche di introduzione teorica a metodo e tecniche tipografiche.
STAMPA COME MANGI – Il collettivo grafico MEAT ha proposto e gestito un progetto di laboratorio/workshop aperto a progettisti e operatori del settore grafico sull’uso della tipografia nel XXI secolo. Ogni giorno sono intervenute figure professionali a raccontare la propria esperienza sulla tipografia, in primis Dafi Kühne , giovane tipografo svizzero di già grande esperienza e Sandro Berra, coordinatore e responsabile di Tipoteca Italiana .
ARTWORK D’AUTORE – Durante ogni giornata esperti tipografi hanno prodotto stampe in tiratura limitata di 4 artwork. Grazie alla collaborazione con AIAP e con i designer invitati all’evento è nata una serie di elaborati firmati di Andy Altmann, Borja Martinez/Losiento, Gordon Young e MEAT collettivo grafico. Ogni sera sono stati consegnati ai partecipanti accreditati all’evento Design Per una copia di ogni artwork, fino ad esaurimento.